Classi porte blindate ⋆ Apertura porte blindate

Classi porte blindate

Come aprire una porta blindata
24 Maggio 2019

Classi porte blindate

Classi porte blindate: Come scegliere una porta blindata

E’ finalmente giunto il momento dell’acquisto di una porta blindata ma non sai quale scegliere? Prima di comprare cerchi maggiori informazioni riguardo le tipologie e le classi di sicurezza delle porte blindate? Sei capitato nel posto giusto! In questo breve articolo vedremo una panoramica delle principali classi di sicurezza descritti all’interno delle normative internazionali e infine ti consiglieremo come effettuare una scelta più consapevole!

Indice

Porte blindate: l’aspetto normativo
Le 6 classi antieffrazione delle porte Blindate secondo UNI-EN 1627: 2011
IN CONCLUSIONE, quale tipo di Porta Blindata Scegliere

Porte blindate: l’aspetto normativo


In primo luogo c’è da dire che esistono innumerevoli regolamenti che classificano le porte blindate in base al loro livello di sicurezza: normative nazionali, internazionali. europee ... addirittura ci sono produttori che hanno i loro standard proprietari! Inoltre a seconda dell’ambiente da tutelare (casa, ufficio, garage, esterni , ambiente industriale) possono applicarsi altri standard.

Di conseguenza l'unica cosa che provoca una tale valanga di sigle, certificazioni e gradi di sicurezza, è confusione e disinformazione nell'utente che vuole semplicemente capire come effettuare in maniera più consapevole la scelta di una buon prodotto. E’ proprio per questo che in questo articolo vogliamo fare chiarezza!

Le 6 classi antieffrazione delle porte Blindate

Le porte secondo lo standard UNI-EN 1627: 2011 sono classificate secondo 6 livelli:

Porte blindate Classe 1: questo grado identifica praticamente una porta o chiusura che non offre nessuna resistenza contro un attacco di forza, ovvero utilizzando la forza fisica, quali spinte, calci o spallate, sollevamenti o strappi. E’ il livello più basso e per questo è solamente raccomandato per proteggere cantine o box che non hanno niente di valore al proprio interno.

Porte blindate Classe 2: è il primo grado degno di nota. Resiste al cosiddetto “ladro comune” che tenta di scassinare la porta con semplici attrezzi. In questo caso la porta deve resistere, per 3 minuti, attaccata con piccoli cacciaviti (meno di 25 cm), fascette stringitubo, cunei di plastica e legno, pinze o tenaglie, martello di gomma e coltello.

Porte blindate Classe 3: è un grado di resistenza superiore. Questo livello è probabilmente ciò che potremmo considerare un buon livello per tenere impegnato un ladro con esperienza per diverso tempo. A questo livello infatti la porta blindata deve resistere per 5 minuti allo scassinatore che ha a disposizione, oltre agli attrezzi precedenti più un piede di porco (massimo 70 cm), martello da fabbro (massimo 200 gr) e scalpelli.

Porte blindate Classe 4: Questo è giù un buon livello di sicurezza: infatti la porta dovrà resistere per 10 minuti a strumenti dei livelli precedenti più scalpelli (25 cm), sgorbia (35 cm), seghe per tagliare lamiere (1,25 kg), trapani a batteria con punte elicoidali HSS o HS-CO (fino a 13 mm). A questo livello si collocano la maggior parte delle porte blindate adatte per case indipendenti, ma anche in condomini ad rischio medio/alto.
Porte blindate Classe 5: a questo livello possiamo parlare di una porta blindata con un grado di sicurezza elevato. Infatti per ottenere la classificazione di sicurezza livello 5, la porta deve resistere per 15 minuti a tutti gli attrezzi precedenti, oltre ad una smerigliatrice da 1.100 w con dischi da 125 mm di diametro, una sega a sciabola elettrica da 1.100 w ed un trapano da 650 w con punte in metallo duro. E’ sicuramente una porta sicurezza adatta a proteggere ville di lusso o uffici di alto valore.

Porte blindate Classe 6: è il livello di sicurezza massimo. Oltre alle prove precedenti, in questo caso lo scassinatore potrà utilizzare attrezzi elettrici di elevata potenza come una mole ad angolo con dischi fino a 230 mm di diametro. E’ sicuramente la porta che troviamo a protezione di banche, orologerie e uffici istituzionali.

IN CONCLUSIONE, quale tipo di Porta Blindata Scegliere

In primo luogo dobbiamo innanzitutto far notare che la classe antieffrazione non rende il prodotto “immune” da aperture: molto semplicemente rileva oggettivamente la capacità di “resistere” per un tempo maggiore e con attrezzi più evoluti ad un attacco al fine di disincentivare il tentativo di intrusione. Infatti è evidente che un ladro preferirà entrare dove le barriere e le resistenze sono inferiori. Non meno importante: a differenza degli anni precedenti, anche gli scassinatori hanno fatto progressi da gigante, e cercano sempre di aggiornarsi sulle nuove tecnologie per poter essere più efficaci.

Se vuoi scoprire quali sono le tecniche utilizzate per aprire una porta blindata può interessarti il seguente articolo Come aprire una porta blindata

In secondo luogo c’è da premettere che la percentuale più elevata dei prodotti conformi in commercio è oggi posizionata in classe 3.

Pertanto la nostra raccomandazione è che, come minimo, acquistiate una porta di livello 4. Come accennato infatti è il grado di sicurezza che consigliamo per le case a rischio medio\alto, cioè con un certo movimento di vicini o con vigilanza. Se invece la casa è più isolata ti consigliamo di scegliere un livello 5, perché aumenta sia il tempo di resistenza e lo sforzo necessario per l’effrazione, ma anche l’attrezzatura e l’esperienza dello scassinatore.

Per concludere dobbiamo tuttavia esaminare anche l’importanza di prendere in considerazione il rapporto qualità/prezzo. Come conseguenza dobbiamo far notare che la differenza economica tra una classe 3 e 4 non è così elevata, mentre aumenta di molto per classe 5 e 6. Pertanto anche dal punto di vista prettamente economico, vale la pena investire in una porta blindata almeno di classe 4. Infatti la sicurezza data dalla porta blindata potrà senza dubbio far aumentare il valore stesso della tua abitazione (alcune stime parlano addirittura del 5%). Per ultimo considera che è possibile beneficiare della detrazione fiscale del 65% (in 10 anni ) per il risparmio energetico: questo ti consentirà di ammortizzare l’investimento iniziale e quindi i costi in generale.

Se cerchi servizio chiavi in mano di fornitura e installazione porte blindate nella zona di Roma e provincia può esserti utile leggere come scegliere Porte blindate a Roma.
Se invece vuoi un preventivo oppure semplicemente hai dei dubbi, contattaci pure, saremo lieti di aiutarti nella scelta della soluzione più adatta alle tue esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Call Now ButtonChiama ora gratis!